La flotta umanitaria #United4Med chiede con forza che l’Europa apra i suoi porti alle persone tratte in salvo dal peschereccio Nuestra Madre de Loreto e condanna i negoziati spagnoli con la Libia.

Dallo scorso 23 novembre, 12 persone sono bloccate in mare dopo essere state salvate da un naufragio dal peschereccio spagnolo Nuestra Madre de Loreto. Open Arms, Sea-Watch e Mediterranea condannano i negoziati portati avanti con la Libia dai paesi della Comunità europea allo scopo di riportare indietro le persone, una palese violazione delle convenzioni internazionali…

Manifesto

“La vera misura di un uomo non si vede nei suoi momenti di comodità e convenienza, bensì tutte le volte in cui affronta le controversie e le sfide.” Martin Luther King
 I movimenti migratori non sono né un’emergenza da risolvere né tantomeno un flusso che può essere arrestato, ma piuttosto un fenomeno che esiste sin…

Almeno cinque persone sarebbero scomparse durante l’ultimo soccorso operato da Sea-Watch, dopo essersi gettate in mare all’arrivo di una motovedetta dalla Libia, dove non vogliono tornare anche a costo di morire annegat​e

Venerdì 25.05.2018, Sea-Watch 3 è stata coinvolta nel salvataggio di circa 300 persone che viaggiavano su due gommoni sovraccarichi, tra cui più di 100 minori​ e ​14 i bambini ​di cui alcuni ancora in fasce​ e ​almeno 5 le donne incinte. Una motovedetta libica è sopraggiunta causando la reazione disperata di decine di persone che…