LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO IMPONE 
 MISURE PROVVISORIE ALL’ITALIA. I 47 NAUFRAGHI, 
 IN MARE DA 12 GIORNI, HANNO BISOGNO DI UNO SBARCO ORA.

In seguito alla denuncia da parte dei sopravvissuti e di alcuni membri dell’equipaggio della nave di soccorso Sea-Watch 3, la Corte Europea dei diritti dell’Uomo (CEDU) ha riconosciuto una violazione dei diritti e ha imposto misure provvisorie. Al dodicesimo giorno di blocco illegale al largo di Siracusa, Sea-Watch prende atto della decisione ma si trova…

SEA-WATCH DAVANTI A SIRACUSA, BLOCCATA DA ROMA. NEGATA L’AUTORIZZAZIONE A ENTRARE IN PORTO. A BORDO 47 PERSONE 
 STREMATE TRA CUI 13 MINORI NON ACCOMPAGNATI.


“HANNO UCCISO I MIEI AMICI DAVANTI AI MIEI OCCHI”. A., 16 ANNI, COSTRETTO AI LAVORI FORZATI IN LIBIA. Otto giorni dopo il soccorso di 47 naufraghi al largo delle coste libiche, 
 l’ultima nave civile di soccorso rimasta nel Mediterraneo è ora bloccata 
 al largo delle coste siciliane nonostante diverse città offrano un porto…

LASCIATI IN MARE PER 14 GIORNI. SEA-WATCH E MEDITERRANEA IN MISSIONE CONGIUNTA RAGGIUNGONO LA SEA-WATCH 3 AL LARGO DI MALTA PER PORTARE SUPPORTO E RIFORNIMENTI

Sea Watch e Mediterranea, nell’ambito dell’Alleanza United4Med, partono il 4 gennaio con due imbarcazioni da Malta per andare in sostegno della nave Sea Watch 3 che ormai da 14 giorni attende l’assegnazione di un porto sicuro per le 32 persone, donne, uomini e bambini, salvate nel Mediterraneo Centrale il 22 dicembre scorso. Questa missione congiunta…